0 mobile logo

Utilizzo carbone attivo in acquario

By Superuser in Gestione Acquario Tecnica Trattamenti on 09/02/2017 - No Comments

Si usa il termine carbone attivo per indicare una sostanza solida (normalmente di colore nero) formata per la maggior parte di Carbonio. La forma solida del Carbonio è altamente porosa cioè formata da micro fori, che gli permettono di assorbire sostanze di vario genere. Questo assorbimento di sostanze viene attivato grazie alla riduzione delle dimensioni delle particelle di Carbonio tramite un processo chiamato micronizzazione che ne aumenta la porosità. Più viene micronizzato più avremo un carbone attivo duraturo e con maggior poteri di assorbimento; per questo in commercio troviamo oltre al “carbone attivo”, anche la variante “carbone super attivo”.

Il carbone attivo viene utilizzato in diversi campi di filtrazione tra i quali filtrazione d’aria e filtrazione dell’acqua. Viene posizionato in spazi di passaggio forzato del flusso, ottimizzandone così l’effetto.
In acquario, possiamo utilizzare il carbone attivo per diversi scopi:

  • Filtrazione dopo trattamento con carbone attivo. Dopo un trattamento con medicinali, oltre ad un cambio acqua consistente, è possibile usare il carbone attivo per rimuovere tutti i residui di medicinali rimasti disciolti. La posizione più indicata per il utilizzare il carbone attivo in questo caso è nel filtro, dove passa tutta l’acqua forzatamente.
  • Filtrazione acqua dei cambi con carbone attivo. Presente nella stragrande maggioranza degli impianti di prefiltrazione o impianto osmosi, il carbone attivo in questo caso ha lo scopo di assorbire sostanze come ad esempio il cloro presente nell’acqua di rubinetto. Viene posizionato in filtri a bicchieri. Leggi questo articolo per capire un po’ di più sugli impianti osmosi.
  • Rendere cristallina l’acqua con carbone attivo. Se allestendo l’acquario sono stati inseriti dei legni, molto spesso questi rilasciano dei composti fenolici che tendono a colorare l’acqua di giallo. Il carbone attivo riesce anche ad assorbire queste sostante rendendo l’acqua cristallina.

 

Per concludere, ogni marca di carbone attivo o carbone super attivo ha dei giorni di utilizzo riportati sulla confezione nei quali, una volta inserito in acquario, è attivo ed assorbe. Al contrario di quanto si pensa, il carbone attiva una volta saturato, non rilascia nulla in acquario quindi potete tenerlo in acquario qualche giorno in più senza temere che rilasci di sostanze dannose.

 

 

Tags: ,

  • Superuser - 09/02/2017