0 mobile logo

Come fare per scegliere un acquario?

By Superuser in Gestione Acquario on 04/01/2017 - No Comments

Questa brevissima guida ha lo scopo di chiarire in estrema sintesi, gli aspetti principali a chi si approccia per la prima volta alla gestione di un acquario o a chi vuole capire “la quadra” delle basi per la corretta conduzione di un piccolo ecosistema acquatico.

Possiamo iniziare quindi dall’elemento protagonista: l’acqua.
Anche se potrebbe sembrare uguale per tutti, l’acqua ha caratteristiche diverse per ogni zona d’Italia. Proprio per questa ragione non possiamo usare direttamente la nostra acqua di rubinetto per ospitare tutti i pesci in commercio. Ogni pesce proviene da una zona diversa del mondo quindi necessita di un’acqua quanto più possibile simile all’acqua di provenienza.

Per capire che tipo di acqua abbiamo, è sufficiente acquistare dei test a reagenti: in questo articolo e quest’altro articolo, è semplicemente spiegato come modificare l’acqua secondo le nostre esigenze.

Una volta capito che acqua abbiamo, possiamo passare all’acquario.
L’unita di misura degli acquari sono i “litri” cioè, acquario da 60 litri, 120 litri, 500 litri ecc. Questa cosa è strettamente legata alla terza variabile: i pesci.
Ogni pesce ha esigenze di acqua, acquario ed allestimento specifiche che possono essere comuni ai pesci provenienti dalla stessa zona del mondo.
In breve quindi, è necessario capire che specie di pesci ci piacciono, informandosi sulla loro provenienza, sui valori di riferimento dell’acqua e di conseguenza le dimensioni che deve avere l’acquario che li ospiterà. Molto spesso purtroppo si fa il contrario: si acquista un acquario in base alle dimensioni/prezzo e poi eventualmente si inseriscono i pesci in base al gusto estetico non curandosi delle esigente specifiche di ognuno.

 

Tags:

  • Superuser - 04/01/2017