0 mobile logo

Gestione Acquario

Quali pesci posso mettere in acquario insieme ai Betta Splendens (pesce combattente)?

By Superuser in Chi metto con chi Gestione Acquario on 28/03/2019 - No Comments

Con i Betta Splendens è possibile inserire tutti pesci “passivi” cioè che non interagiscono attivamente tra specie diverse (tipo i ciclidi, che sono pesci nervosi e sempre in movimento) come i Loricaridi, Corydoras, Hemigrammus Rhodostomus, Neon e tutti quei pesci senza colori sgargianti e dalle pinne molto sviluppate. Oltre a questi pesci, sono compatibili tutte le lumache e cozze di acqua dolce.In generale, per i Betta Splendens (pesce combattente), i compagni di vasca più indicati sono quelli più discreti e meno attivi. Per questo spesso viene tenuto da solo il maschio di Betta Splendens (pesce combattente), affiancandogli un gruppetto di …

Read More
featured image

Hypancistrus sp

By Superuser in Gestione Acquario Scheda allevamento pesce Tecnica on 14/07/2017 - No Comments

Il genere Hypancistrus fa parte della famiglia Loricaridi (che comprende più di 800 pesci) ed annovera molte specie. Il nome Hypancistrus deriva dal latino “meno-uncino” e fa riferimento al minor numero di denti rispetto agli Ancistrus.   Specie Gli Hypancistrus che hanno un nome scientifico ufficiale sono i seguenti: Hypancistrus Lunaorum Hypancistrus Furunculus Hypancistrus Inspector Hypancistrus Zebra Hypancistrus Contradens Hypancistrus Debilittera mentre molti altre specie di Hypancistrus devono ancora ricevere un nome ufficiale e quindi vengono indicate con dei numeri preceduti dalla lettera "L": L066, L046, L333, L340, L399, ...   Dimensioni Come dimensioni, in generale, gli Hypancistrus arrivano ad una lunghezza di circa 10/12cm tranne in 2 …

Read More
featured image

Allevamento e riproduzione Apistogramma Cacatuoides

By Superuser in Gestione Acquario Scheda allevamento pesce on 05/04/2017 - No Comments

L'Apistogramma Cacatuoides è un diffusissimo ciclide nano sud americano, cugino dei famosi Apistogramma Borellii e Apistogramma Trifasciata. A differenza di quelli citati però, l'Apistogramma Cacatuoides è più aggressivo e territoriale: raggiunge dimensioni notevoli, circa 7/8cm (maschio) e ha il muso a grugno che assegna a questa specie il simpatico appellativo di "bulldog". L'Apistogramma Cacatuoides è l'unica specie tra quelle più diffuse commercialmente adatta a vivere anche in acqua leggermente alcalina (cioè con un valore di pH maggiore, o uguale, a 7) e più dura rispetto alla quasi totalità dei ciclidi nani sud americani. Questo ne ha facilitato la diffusione e ne …

Read More

Utilizzo carbone attivo in acquario

By Superuser in Gestione Acquario Tecnica Trattamenti on 09/02/2017 - No Comments

Si usa il termine carbone attivo per indicare una sostanza solida (normalmente di colore nero) formata per la maggior parte di Carbonio. La forma solida del Carbonio è altamente porosa cioè formata da micro fori, che gli permettono di assorbire sostanze di vario genere. Questo assorbimento di sostanze viene attivato grazie alla riduzione delle dimensioni delle particelle di Carbonio tramite un processo chiamato micronizzazione che ne aumenta la porosità. Più viene micronizzato più avremo un carbone attivo duraturo e con maggior poteri di assorbimento; per questo in commercio troviamo oltre al “carbone attivo”, anche la variante “carbone super attivo”. Il carbone …

Read More
featured image

Acqua osmosi: cos’è e come si produce

By Superuser in Gestione Acquario Tecnica on 07/02/2017 - No Comments

L’acqua di osmosi o acqua osmotica è in poche parole, acqua alla quale vengono sottratti tutti i sali disciolti in essa tramite un processo chiamato osmosi inversa (sigla inglese R.O.), che prevede una filtrazione a pressione attraverso una membrana in materiale sintetico, permeabile soltanto alle molecole dell’acqua. L'acqua osmotica quindi viene prodotta da un impianto a bicchieri che si basa sul principio dell'osmosi inversa appena spiegato. L’acqua osmotica viene utilizzata in acquario, miscelata con quella di rubinetto (o prefiltrata), per regolare la durezza ed aggiustare i valori per renderli più idonei, in certi casi, ai pesci ospitati. È possibile utilizzare, in alternativa …

Read More

Come si utilizza il filtro esterno?

By Superuser in Gestione Acquario on 24/01/2017 - No Comments

Questa è una piccolissima guida utile a chi si avvicina per la prima volta al filtro esterno per acquario. Precisiamo subito l’importanza del filtro! È la componente del nostro ecosistema sommerso più importante che deve sempre essere mantenuta efficiente e funzionante. Se vuoi capire cosa intendiamo per efficiente e funzionante, leggiti questo articolo. La quasi totalità dei filtri esterni si compone di 2 parti: i tubi (che servono a portare l’acqua dall’acquario al filtro e viceversa) e il corpo filtro che normalmente viene posizionato sotto all’acquario. Il corpo filtro si divide a sua volta in due parti: testa e secchio. Nella testa …

Read More

L’acqua di rubinetto va bene per l’acquario?

By Superuser in Gestione Acquario Tecnica on 09/01/2017 - No Comments

Questa è la domanda che tutti almeno una volta, da quando acquistiamo l’acquario, ci poniamo. Per inquadrare che tipo di acqua esce dal nostro rubinetto è sufficiente acquistare 2 test a reagente: pH, Kh; sono dei pratici liquidi che a contatto con l’acqua cambiano colore indicandone la tipologia. Leggi questo articolo se vuoi capire di più sui valori base da misurare per una corretta gestione dell’acquario. Non tutte le acque di rubinetto sono uguali, anzi! È quindi sbagliato chiedersi se è possibile usare la propria acqua di rubinetto senza prima averne capito le caratteristiche. Chiarito questo punto fondamentale, consigliamo di stabulare (ossia far …

Read More

Come fare per scegliere un acquario?

By Superuser in Gestione Acquario on 04/01/2017 - No Comments

Questa brevissima guida ha lo scopo di chiarire in estrema sintesi, gli aspetti principali a chi si approccia per la prima volta alla gestione di un acquario o a chi vuole capire “la quadra” delle basi per la corretta conduzione di un piccolo ecosistema acquatico. Possiamo iniziare quindi dall’elemento protagonista: l’acqua. Anche se potrebbe sembrare uguale per tutti, l’acqua ha caratteristiche diverse per ogni zona d’Italia. Proprio per questa ragione non possiamo usare direttamente la nostra acqua di rubinetto per ospitare tutti i pesci in commercio. Ogni pesce proviene da una zona diversa del mondo quindi necessita di un’acqua quanto più possibile …

Read More

Il picco di Nitriti

By Superuser in Gestione Acquario on 16/08/2016 - No Comments

Per picco di nitriti (NO2) si intende un particolare momento nella gestione di un acquario, dove abbiamo una concertazione molto alta di nitriti che normalmente, invece, dovrebbero essere non rilevabili con i test a reagenti. Quando avviamo per la prima volta l'acquario, si innescano delle reazioni che portano alla formazione dei batteri che poi saranno essenziali per la corretta gestione e salute dei pesci. Come hai letto in questo articolo, il filtro ospita batteri chiamati Nitrosomonas e Nitrobatteri. I primi (produttori di NO2), hanno una velocità di riproduzione nettamente superiore ai secondi quindi, circa a cavallo della 3° e la 4° settimana …

Read More
featured image

Il ciclo dell’Azoto

By Superuser in Gestione Acquario on 12/08/2016 - No Comments

Il ciclo dell’Azoto è il processo chimico di decomposizione della materia organica, con finale riassorbimento di sostanze che all’inizio erano tossiche ma grazie a batteri e microorganismi diventano innocue per i nostri pesci. Proprio questi batteri e microorganismi sono ovunque (in un ambiente non sterilizzato) e quando trovano materia organica (mangime, flora morta, feci, deiezioni dei pesci, …) iniziano a lavorarci scomponendone gli elementi chimici che la compongono. L’elemento chimico che si trova in più alte concentrazioni nella materia organica è senza dubbio il Carbonio (simbolo chimico C) che dopo la prima decomposizione, si lega con l’Ossigeno (simbolo chimico O) formando …

Read More